CONSIGLI

IL NOSTRO LINGUAGGIO CORPOREO

Poiché i nostri amici di piuma ci percepisco (ahimè) come predatori è fondamentale curare il nostro linguaggio corporeo.
Ecco alcuni consigli:
. Non siate rapidi nei movimenti;
. non fissate mai il pappagallo negli occhi;
. non arrivate mai con la mano né dall’alto, né dal basso, ma davanti, alla sua stessa altezza.
. non cercate di mettere la vostra mano dietro la sua testa, si sente attaccato e quindi in pericolo, quindi s’innervosisce e becca.
. I pappagalli sono molto empatici, percepiscono il nostro umore, recepiscono il tono della nostra voce, la mimica del nostro viso e del nostro corpo. Parlare sempre al pappagallo in tono dolce, come parlereste con un bambino piccolo. Per loro il nostro corpo non mente, sentono le nostre emozioni, quindi non relazionarsi mai con il pappagallo se non siete tranquilli.
. Il pappagallo hanno scarsa concentrazione, limitate le interazioni con loro per brevi periodi, altrimenti si stancano e possono innervosirsi. Non alzate mai la voce, il pappagallo tende ad innervosirsi ed a “strillare”
. Non rimproverate mai il vostro amico di piuma: i pappagalli non sono come i cani, che registrano la variazione di voce, per loro è solo un “richiamo” gracchiante; non riescono a comprendere il tono di rimprovero. Piuttosto dategli un piccolo premio (seme di girasole, nocciolina, un pezzetto di mela o di biscotto) quando fanno ciò che desiderate, così conquisterete il loro amore e la loro fiducia!!!
Ricordatevi, rispettate la loro natura ed avrete grandi soddisfazioni!!!!

 

Utenti connessi

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online

Seguici su

 

 

© 2013 - 2014 - amico di piuma - tutti i diritti riservati
creato da: awardstudios