COMPORTAMENTI

IL LINGUAGGIO DEL CORPO
Ogni pappagallo ha un diverso approccio comportamentale, comunque provo a descrivere alcune posture comuni dei pappagalli.

GLI OCCHI
I pappagalli esprimono attraverso al dilatazione e/o il restringimento delle pupille i loro stati d’animo e le loro emozioni.
Il restringimento pupillare può indicare gioia.    
Se reclina la testa di lato e guarda con un occhio solo vuol dire che è incuriosito da qualcosa.
Quando riceve le coccole, è rilassato o in procinto di addormentarsi abbassa le palpebre e reclina la testa.
Se la pupilla è eccessivamente dilatata, attenzione, pericolo: è molto agitato e disturbato da qualcosa, o spaventato e quindi molto aggressivo.

LA CRESTA
Nei CACATUA la cresta può essere molto espressiva.
Viene alzata quando sente un rumore improvviso, o quando vede una persona sconosciuta.
Quando è incuriosito, la innalza in tutta la sua bellezza.
Quando è irritato da qualcosa o da qualcuno, alza la cresta, rigonfia le penne del corpo e apre parzialmente le ali: meglio lasciarlo tranquillo! Se associa a questa postura dei soffi mentre si abbassa, allora è davvero arrabbiato o spaventato.

IL BECCO
L’utilizzo del becco esprime concetti comportamentali che è bene conoscere.
Becco aperto: Se il pappagallo apre il becco quando qualcuno si avvicina significa che desidera essere lasciato in pace; se oltre al becco aperto si abbassa, alza le penne allora vuol dire che è davvero sulla difensiva, attenti, rischiate di prendere una dolorosa beccata.
Altro messaggio di: “stai al posto tuo, non ti avvicinare”  è manifestata dal pappagallo con il becco aperto e con una zampa sollevata allungata davanti al suo corpo. Non vuole attaccare, ma vuole solo essere lasciato tranquillo.
Becco digrignante:Quando il pappagallo è rilassato e sta per addormentarsi spesso digrigna il becco strofinando la parte superiore con quella inferiore.
Becco che rosicchia:imita l’attività di scortecciare i rami; facendo quest’operazione il pappagallo si lima il becco; è anche un gesto per esprimere soddisfazione. Aiutiamo i nostri amici  a mantenere il loro becco a posto offrendo loro dei rametti di alberi da frutta( possibilmente non trattati con pesticidi e ben lavati).
Becco che mordicchia: il mordicchiamento reciproco del becco tra due pappagalli è indice di coccole reciproche.
Becco che scatta: Il pappagallo è nervoso e non vuole essere avvicinato da nessuno.
Pulitura del becco: Il pappagallo si pulisce il becco sul posatoio dopo aver mangiato, o strofinandolo su altra superfice a lui di gradimento. A volte strofina il becco anche quando è nervoso.

AVANTI

 

Utenti connessi

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online

Seguici su

 

 

© 2013 - 2014 - amico di piuma - tutti i diritti riservati
creato da: awardstudios